TC (TAC) Cardiologica

 

È uno degli esami più significativi e derimenti in ambito cardiologico unitamente alla RMN cardiaca.
Infatti la TAC consente di studiare la circolazione a livello delle arterie coronarie, gli stent impiantati e i by-pass aorto-coronarici, come pure la circolazione a livello delle vene cardiache, l'atrio sinistro e le vene polmonari, l’annulus valvolare aortico, la masse cardiache e paracardiache, l’aorta toracica e addominale, i tronchi sovra-aortici, il sistema arterioso degli arti inferiori e il circolo arterioso polmonare.

L’utilizzo principe di questo esame è comunque quello escludere la presenza di malattia coronarica significativa ed evitare di eseguire così inutilmente la coronarografia.

 

Norme di preparazione

È richiesto il digiuno nelle sei ore precedenti all’esame. È consentita una normale idratazione con acqua.
È necessario sottoporsi a esami del sangue (creatinina) per verificare la funzionalità renale del paziente e, dunque, la sua capacità di smaltire il mezzo di contrasto senza problemi. Non devono essere sospese eventuali terapie farmacologiche e, in particolare, quelle abituali per la “pressione alta” o il diabete. Deve essere portata in visione tutta la documentazione cardiologica disponibile.

Ai fini diagnostici, molto importante è il controllo della frequenza cardiaca (numero di battiti/minuto), che ha un impatto sulla qualità diagnostica delle immagini. Nei pazienti con elevato numero di battiti di base, il controllo della frequenza cardiaca può essere effettuato farmacologicamente al momento dell’esame, ma risulta più efficace se pianificato 1-2 giorni prima in regime di terapia domiciliare e sotto controllo medico.

 

Quali pazienti possono sottoporsi all’esame?

L’utilizzo del mezzo di contrasto può essere controindicato nel caso di precedente reazione allergica, di insufficienza renale, di grave insufficienza cardiaca e in altre condizioni rare. Nei casi dubbi è possibile contattare il proprio medico curante o i medici del reparto.
Generalmente si pone particolare attenzione allo stato delle donne in età fertile. Le donne con gravidanza certa o sospetta devono segnalarlo perché la TC può rappresentare controindicazione assoluta. In caso di allattamento sarà il medico a fornire le eventuali istruzioni sul periodo di necessaria sospensione dell’allattamento al seno o sull’opportunità di rimandare l’esame.

 

Tipo di esame

L’esame è indolore. Il paziente avvertirà soltanto un leggero rumore connesso al funzionamento del macchinario. L’unico disagio corrisponde all’iniezione del mezzo di contrasto, iniettato via endovenosa, che può far avvertire una sensazione di calore e di sapore metallico, generalmente ben tollerata dalla gran parte dei pazienti.
La macchina per la TC è un tubo aperto e che quindi non provoca problemi di ansia in pazienti claustrofobici.

 
Un sito web Dinamo Cms